La mia missione…

Spesso dedichiamo molta attenzione alla vita professionale, al nostro corpo, ai nostri hobby, agli altri… Mi chiedo come mai non dedichiamo la stessa attenzione alla nostra anima, a quella parte di noi inafferrabile che spesso dimentichiamo o nascondiamo, e che tante volte non sta bene, richiedendo la nostra attenzioneamore e cura

Essere centrata nella propria vita, nel proprio essere, è il punto di partenza fermo e sicuro per esplorare il mondo e le relazioni. È così centrale perché in ogni cosa che facciamo, in ogni momento delle nostre vite, non possiamo smettere di essere chi siamo.

Quello che propongo con il progetto 100% Me Stessa è di intraprendere un viaggio di scoperta e di crescita verso una maggior consapevolezza, autostima e fiducia in te stessa, e così vivere una vita che ti piace e che valle la pena di essere vissuta.

La mia missione è accompagnare ragazze e donne nel loro percorso personale di scoperta e di consapevolezza, per vivere con coraggio, gioia e saggezza.

Sono convinta che il benessere personale e planetario parta innanzitutto da questa crescita interiore: conoscerti, amarti, fidarti di te stessa, vivere con consapevolezza e con gioia, accogliere le difficoltà con saggezza, raggiungere nuovi equilibri… Se stai bene con te stessa, è certo che splenderai e creerai energia positiva e gioia intorno a te, che si diffonde nel mondo.

Ti invito dunque a camminare insieme, intraprendendo il viaggio verso te stessa che ti permetterà di vivere più centrata, di sentirti bene nella tua pelle, di aggirarti per il mondo fiduciosa di poter farcela, abbracciando la vita con gioia e amore.

Oltre ai percorsi che possiamo fare insieme, ci sono tante altre risorse gratuite che puoi esplorare in autonomia.

Scopri come possiamo crescere insieme!

Perché mi rivolgo alle donne?

Nel suo libro Communion: The Female Search for Love, bell hooks, racconta come le conversazioni sull’amore appartengono soprattutto alle donne. Fin da piccole impariamo che una donna si appaga in una relazione di coppia e che il nostro vero valore ci viene dato dagli altri, spesso uomini, che il mondo reputa migliori, più forti, più intelligenti, anche se da secoli gli uomini fanno le guerre, e le donne si occupano di creare, curare e amare.

Questo e tanti altri messaggi rimandano alle ragazze, e più tardi alle donne, che il loro valore è minore rispetto a quello degli uomini, che il loro valore deriva dall’essere brave a corrispondere agli standard definiti dalla cultura patriarcale. Infine, il valore di una donna è definito da qualcuno esterno e non dalla sua esistenza e valore intrinseco.

Così, le ragazze imparano a cercare l’amore all’esterno di se stesse, ossessionandosi con i ragazzi, cadendo vittime di adorazioni e amori folli. E così, serve un cambiamento radicale nel nostro modo di amarci, una rivoluzione di amore verso se stesse, intraprendendo una ricerca che si rivolge all’interno e non all’esterno. E in questo le mamme e le donne in generale hanno un ruolo essenziale, poiché possono guidare le proprie figlie e le bimbe in questa direzione.

Anche i genitori, e la famiglia in generale, possono contribuire a creare un senso d’inadeguatezza, così come gli insegnanti, i compagni e le compagne di scuola, e tutta un’infinità di esperienze che pian piano creano un vuoto interiore, un desiderio di essere qualcun’altra, o il senso di incapacità, di non essere all’altezza… Spesso, questo vuoto interiore porta alla ricerca compulsiva di un compagno che possa sopperire questa mancanza, o invece a sentirsi bloccata in ogni cosa, cercando negli altri una risposta alle proprie domande e scelte.

Sono convinta che le ragazze e le donne hanno un potenziale infinito e spesso inesplorato dentro se stesse, e che lavorando per sbloccare alcuni aspetti interiori relativi alla consapevolezzaall’autostima e alla fiducia è possibile attivare un nuovo senso di adeguatezza, di capacità e di iniziativa verso la realizzazione personale e spirituale.

Visita la pagina del Manifesto!